46110738_1991298194263599_5394335720976416768_n

CHI SIAMO E DOVE OPERIAMO

PONTEDINCONTRO onlus è un’Associazione di Promozione Sociale che opera nei settori di cui all’art. 10, c. 1, lett a, del D.Lgs. n.460 del 1997. Dagli anni ’90, prima come Associazione di Volontariato Ponte D’Incontro e dal 2006 come Onlus, è attiva nel contrastare la Dispersione Scolastica e fornire spazi alternativi ai minori nel quartiere Laurentino 38.

L’analisi che presentiamo di seguito è il frutto dello studio delle statistiche dei comitati di quartiere, unito ai risultati della ricerca partecipata tra pari svolta dai 6 giovani ricercatori durante la prima annualità del progetto, e all’osservazione partecipante che operiamo tutti i giorni vivendo e facendo esperienza del territorio.

Il Laurentino 38 è un quartiere popolare del IX Municipio di Roma: considerato la Scampia di Roma, 28 mila abitanti in 6 mila case, metà popolari, metà in cooperative, non c’è un ufficio postale, una banca, i servizi del trasporto pubblico sono carenti, Il territorio è caratterizzato dall’emergere di numerosi segnali di un diffuso disagio di carattere economico, sia in relazione agli adulti che fanno ricorso all’assistenza economica, sia per quanto riguarda l’indice di povertà degli anziani, che risulta superiore alla media comunale. Altri aspetti di esclusione sociale riguardano la tossicodipendenza, i fenomeni di fallimento e di dispersione scolastica: il tasso nell’età dell’obbligo è altissimo, il 39%, secondo una statistica dei comitati di quartiere negli alloggi popolari, e il tasso di analfabetismo è del 3%. Per i minori il disagio sociale, le condizioni economiche e le problematiche legate alla sfera familiare, rendono altissimo il rischio di devianza e di emarginazione sociale, uniti all’alto tasso di dispersione scolastica e alla mancanza di spazi aggregativi, alternativi ai ritrovi di strada. Al VII° Ponte del Laurentino, l’Associazione promuove interventi nelle aree del contrasto alla dispersione scolastica, del sostegno didattico, della consulenza e dell’orientamento lavorativo, di formazione nel campo della relazione educativa anche attraverso attività sportive, laboratori artistici, attività ludico aggregative e socioeducative e campi estivi, anche residenziali tutte gratuite per gli utenti. La fascia di utenza è quella della pre-adolescenza e adolescenza in situazioni di disagio, minori a rischio in un contesto di degrado ed emarginazione sociale.

LA NOSTRA MISSION

 Una realtà che crede nella curiosità, nel collaborare sperimentando,  facendo quello che ci piace. 

Per questo, dal 1993 curiamo piante, alleviamo gorilla, accudiamo bambini.  E vogliamo crescere ancora.

INFORMAZIONI SULLA STRUTTURA 

1. il radicamento: la presenza attiva da quasi 20 anni sul territorio di riferimento;

2. gli operatori coinvolti nelle attività operano sulla base del Progetto Educativo dell’associazione (PEP);

3. il lavoro di rete con gli apparati istituzionali (in un territorio di frontiera solo il reciproco coinvolgimento fra istituzioni, agenzie educative e privato sociale può rispondere al meglio ai reali bisogni);

4. il coinvolgimento delle famiglie in un modello ‘bottom-up’ come la chiave per responsabilizzarli e coinvolgerli in quel ruolo che spetta loro naturalmente nel processo di crescita dei propri figli;

5. la riproducibilità: la frequentazione di un Centro che favorisce la crescita personale e l’incontro con l’altro, è una soluzione ‘cantierizzabile’, da replicare in contesti similari, a livello locale o nazionale;

6. le forme di dipendenza, la dispersione scolastica, la devianza sociale – tra tanti fattori di rischio –hanno spesso come causa la mancanza di motivazione personale e l’incapacità di leggere le proprie risorse, e di elaborare di conseguenza un progetto di vita: un team ‘vicino’ ai ragazzi e in grado di costruire una relazione individuale positiva costituisce un supporto irrinunciabile nella prevenzione.

7. l’associazione porta avanti dal 2010 un percorso di Capacitazione Sociale per sviluppo e implementazione di project management e networking. Pontedincontro onlus si propone come realtà locale, radicata su un territorio a rischio, che possa promuovere successive azioni di contrasto alla Dispersione Scolastica visto come strumento di protezione, prevenzione del disagio sociale e della devianza, tenendo presenti tre aspetti fondamentali di questo fenomeno multidimensionale:

1. efficacia del contrasto alla DS svolto attraverso: sostegno scolastico, laboratori artistici e multimediali, attività sportive e aggregative, supporto ai nuclei famigliari coinvolti, in rete con gli Istituti Comprensivi territoriali e con l’UOSECS del XII° Municipio.

Attraverso la relazione, la condivisione di spazi di crescita e di accompagnamento, l’ascolto e la conoscenza dei nuclei famigliari di provenienza si può creare una reale rete di protezione intorno al minore.

2. necessità di implementare la terapia logopedica in rete con la ASL di zona. Molti utenti del Centro hanno evidenziato (a livelli differenti) disturbi dell’apprendimento. Ciò non influisce esclusivamente sul tasso di Dispersione Scolastica ma sulla qualità della vita stessa del ragazzo e della sua famiglia, che non hs spesso gli strumenti adeguati per comprendere e affrontare tali problematiche.

3. importanza del lavoro sulla rete territoriale ed extra territoriale (attraverso la sperimentazione di interventi integrati, o l’empowerment di altri soggetti del privato sociale) e dell’interlocuzione con gli enti pubblici di riferimento.

LE ATTIVITÀ

L’Associazione PONTEDINCONTRO onlus è fortemente radicata sul territorio, sin da prima del 1993, anno della costituzione legale dell’associazione, presso la sede legale e operativa di Via Orio Vergani 5 (VII Ponte, I Piano) all’interno della quale gestisce un Centro Diurno rivolto ai minori nel quartiere Laurentino 38.

Le attività principali – tutte gratuite o a costi sociali – svolte dagli anni ’90 ad oggi sono state:
· (dal 1990) Servizio di sostegno scolastico gratuito con ragazzi delle elementari, delle medie e delle superiori.
· (dal 1993) Attività ludiche e sportive, attività di gioco utilizzando le tecniche dell’animazione di strada.
· (dal 1993) Attività laboratoriali: nel corso degli anni sono stati eseguiti dei corsi di laboratorio teatrale sia per bambini che per adolescenti che hanno portato alla messa in scena di numerosi spettacoli autoprodotti;
laboratorio musicale/corso di chitarra; scrittura creativa; la Murga del Laurentino; laboratorio di
biobigiotteria; laboratorio audio video, fotoromanzo; corso di yoga.
· (dal 1993) Campi estivi residenziali. Nel 2006 è stato realizzato un campo che ha coinvolto 50 utenti
segnalati dalle scuole e dagli stessi Servizi Sociali, con un contributo del UOSECS del XII Municipio.
· (dal 2010) Campi estivi in sede.
· (dal 2010) Terapia Logopedica per la cura dei DSA/DSL in sede.
. (dal 2015) Psicoterapia individuale, psicoterapia familiare in sede.
. (dal 2016) Servizio di Valutazione neuropsicologica dei Disturbi Specifici dell’Età Evolutiva in sede; trattamenti cognitivi e comportamentali, tutoraggio e parent training, in sede.

Dal 2008, oltre all’attività ordinaria, l’Associazione PONTEDINCONTRO onlus ha partecipato a progetti
sulla Dispersione Scolastica, collaborando attivamente al progetto della Provincia di Roma,
“CONOSCERSI”, attivato sui quattro Municipi di Roma Sud per monitorare e successivamente elaborare strategie di contrasto della Dispersione Scolastica, in particolare nel XII Municipio (progetto promosso dall’Anapia Lazio che ha coinvolto 37 Istituti d’Istruzione Secondaria dell’area di Roma Sud;tra il 2010 e il 2012, con il sostegno della Provincia di Roma ha attuato i progetti L38-Linea Periferica, vincitore nel IX Municipio del Bando aggregazione sociale nei 19 Municipi di Roma; L’Erba Cattiva Non Deve Morire, vincitore del piano attuativo dell’annualità 2008 del PianoLocale Giovani 2007-2009 dell’amministrazione Provinciale di Roma, approvato con delibera della Giunta Regionale Lazio n. 172 del 20 Marzo 2009; dal 2010 al 2012 è stata partner territoriale di Save The Children Italia per il progetto In.Contro, volto al contrasto della Dispersione Scolastica, in collaborazione con il Comune di Roma e finanziato da Sisal sul territorio del IX Municipio; per il progetto europeo Daphne III sulla violenza assistita di genere. Nel 2013 con le cooperative Eureka I e Magliana 80 e l’Associazione di Promozione Sociale La Crysalide, è stata Ente attuatore per la parte sociale del Progetto sulla Sicurezza “CITTADINI VICINI” del Municipio IX sul territorio di Spinaceto. Nel 2014/2015 attraverso un finanziamento della Chiesa Valdese OPM ha promosso il Progetto”Un Compagno Adulto al Laurentino 38″, supportando individualmente n.5 minori e n.3 giovani adulti e le loro famiglie in percorsi di orientamento scolastico e lavorativo.

ULTIMI DUE ANNI:
Nel 2015/16 è stato Ente attuatore del Progetto “InRete, Cyberbullismo e Bullismo Digitale”, cofinanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, dalla Regione Lazio e dalla Città Metropolitana di Roma Capitale, all’interno del Piano annuale di interventi a favore dei giovani – azione Piano Locale Giovani – PLG della Città Metropolitana di Roma Capitale – DGR N.511 del 28.10.2011.
Dal 2017 (in corso) con l’ODV Ponteppì gestisce due progetti FUORICLASSE, processi di rafforzamento della partecipazione attiva e dei processi di apprendimento da attuare nelle scuole della Regione Lazio che puntano a rafforzare la partecipazione attiva e i processi di apprendimento, da attuare nelle scuole della Regione Lazio. In particolare, gli obiettivi sono aumentare l’occupazione dei giovani, offrendo l’opportunità di entrare in contatto con il mondo del lavoro già durante il percorso di studi, e ridurre il fallimento formativo precoce e la dispersione scolastica, attraverso la realizzazione di azioni che
favoriscono la permanenza nei contesti scolastici e formativi (Fondi POR FSE).

Attualmente attraverso il Consorzio 180  promuove progetti partecipati per un welfare di comunità.Per informazioni sulle attività e le iniziative: www.zona180.it

I soci sono 13, di età compresa tra i 42 e i 21 anni. Tre su nove sono di Laurentino 38. L’assemblea è composta dai tre membri del Consiglio Direttivo, operatori (una speech terapist, uno psicologo, un’educatrice professionale EPC) e giovani volontari attivi nel supporto scolastico. Collaborano attivamente alle attività 20 volontari (studenti delle scuole superiori o universitari).

Pontedincontro come partner territoriale di Save The Children per il progetto In_Contro – Insieme Contro La Dispersione Scolastica, ha attivato un percorso di formazione interna rivolto ai soci più giovani. Il gruppo ha esplorato il contesto producendo un’analisi a partire dalla conoscenza reale dei bisogni del territorio.

Da questa emerge la necessità di una riqualificazione che non sia calata dall’alto, ma che muova dalle esigenze della comunità di riferimento:

– valorizzazione delle potenzialità (in particolare delle aree verdi e degli spazi comuni, che appaiono come degradati) e progressiva emersione dall’isolamento del territorio;

– rafforzamento di un’identità positiva del territorio e dei giovani che vi risiedono;

– miglioramento in termini generali della qualità della vita della comunità.

L’associazione ha anche attivato nel 2011 un laboratorio di Arte Urbana che ha coinvolto artisti, architetti e designer, insieme agli abitanti del quartiere e ai pazienti del Centro Diurno ASL RMC Roma 12, conclusosi con la realizzazione da parte dello Street Artist EricaILCane di un’opera di 24 mt. di altezza sulla facciata di un edificio al V ponte, luogo di ritrovo di moltissimi giovani del territorio ed al contempo riconoscibile come area maggiormente degradata del quartiere. Abbiamo da sempre la convinzione che gli elementi strutturali e gli elementi sociali del contesto in cui interveniamo non siano dimensioni scisse, ma da tenere insieme per promuovere interventi integrati.

 

Mater Dolorosa, EricaILCane

opera realizzata all’interno di “L38 – Linea Periferica”, un progetto di Pontedicontro Onlus con il finanziamento della Provincia di Roma, con il sostegno di ATER ROMA. Giugno 2011, Laurentino 38, Roma. Lo Scimmione del Laurentino 38.

Sito_chisiamo-1

Abbiamo a cuore la riqualificazione urbana e il superamento del disagio e dell’esclusione sociale esistente nelle zone di degrado. Un’attenzione al tenere insieme i diversi elementi, che rispecchia i nostri interventi e la natura interdisciplinare del gruppo che opera sul territorio, fatto di soci e volontari che lavorano fianco a fianco ogni giorno. I giovani del Laurentino hanno fame di esperienze, di conoscere e confrontarsi, hanno bisogno di una relazione personale. Più in generale, il quartiere ha bisogno di vivere, di essere protagonista, di riappropriarsi delle strutture. Con 3 obiettivi specifici:

- recupero dal degrado delle aree verdi attraverso la valorizzazione di risorse presenti sul territorio e attivazione della collettività intorno a quella valorizzazione;

- aumento delle opportunità formative, culturali, educative attraverso l’attivazione di laboratori destinati ai giovani di Laurentino 38;

- incremento delle opportunità di networking/fare rete. Implementare le capacità degli Enti del sociale di operare in modo integrato allargando il confronto quanto più possibile.